ROCCAFORTEDELGRECO.NET

Storia e cultura

LA FIUMARA AMENDOLEA                   

La fiumara Amendolea nasce nel cuore del Parco Nazionale dell'Aspromonte e  precisamente nella zona denominata Materazzelli ( m. 1720 s.l.m.) . 

Leggi tutto...

L'EMIGRAZIONE                                                            

Il fenomeno emigratorio rappresentò anche per Roccaforte  uno dei processi sociali più rilevanti che si verificarono all’inizio del XX° secolo.

Leggi tutto...

LA FLORA E LA FAUNA

La notevole diversità di ambienti presenti nel territorio di Roccaforte del Greco assicura una flora assai ricca e varia.

Leggi tutto...

LA DIGA SUL MENTA

Nel 1979 venne approvato il progetto relativo alla costruzione della diga sul Menta  da parte della Casmez e dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Leggi tutto...

LA FESTA DEL SANTO PATRONO

Il 16  Agosto si svolge la festa in onore di San Rocco. Intorno a mezzogiorno, subito dopo la funzione religiosa, la statua del Santo  viene trasferita dalla Chiesa di San Rocco, dove abitualmente è custodita, alla Chiesa dello Spirito Santo.

Leggi tutto...

 

ANTICHE MIGRAZIONI

Le origini di Roccaforte e degli altri paesi della Calabria greca sono molto controverse. Esistono molte tesi  contrapposte che fanno risalire la radice ellenica a momenti storici differenti. Le principali tesi collocherebbero le origini nel periodo della Magna Grecia o nel periodo bizantino. Molti sono stati gli studiosi che si sono interessati alle origini e alla questione linguistica dei greci di Calabria.

Leggi tutto...

50 anni di fedeltà al Signore, a Don Bosco e Madre Mazzarello
28 Luglio 2012: grande festa per il 50° anno di consacrazione religiosa di Sr. Marietta Romeo, calabrese di Roccaforte Del Greco, che con il suo carisma ha rubato il cuore di tutta la gente che ha incontrato durante il suo cammino vocazionale. Infatti sr. Marietta, professa ad Ottavian
o di Napoli nel 1962, ha prestato servizio in varie sedi: è stata per 40 anni nelle zone del napoletano, ultima casa Pomigliano D’Arco. In Calabria è stata a Rosarno e Gallico. Oggi svolge la sua opera religiosa presso l’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Villa San Giovanni.

Dopo tre mesi di silenziosa preparazione, i festeggiamenti hanno avuto inizio venerdì 27 luglio, con l’arrivo, a sorpresa, di un pullman di 60 giovani di Pomigliano D’Arco che insieme a quelli Villesi hanno organizzato il grande evento festoso. Si è unito alla festa anche un pullman di ex oratoriani di Rosarno.Sr Marietta si preparava a questo grande giorno con sentimenti di gratitudine al Signore per quanto operato in lei.Non si aspettava, però, la grande partecipazione, l’entusiasmo, la gioia della maggior parte di coloro che l’hanno conosciuta. La solenne Liturgia Eucaristica, presieduta da Padre Adriano Serra, è stata celebrata nel Duomo di Villa San Giovanni, dedicato a Maria S.S. Immacolata. Un coro liturgico a più voci ha animato la Santa Messa, sotto gli occhi commossi ma felici di sr. Marietta e di tutti i parenti presenti. Sono stati portati all’altare: le candele: simbolo della luce di Dio, e le Costituzioni salesiane, segno delle regole che, con Amore, sr. Marietta ha fatto sue per la vita. A conclusione della celebrazione, dopo una dorata e delicata danza eseguita dalle giovani di Pomigliano D’Arco, ad ogni comunità religiosa e civile presente in chiesa, è stata offerta la luce, simbolo di fedeltà in Gesù Cristo e nel carisma di San Giovanni Bosco. La festa è continuata poi in oratorio; dove canti, balli, un lauto buffet ricco di tutto quello che si può desiderare, una bellissima torta d’auguri, fuochi d’artificio, tantissimi regali e varie testimonianze, hanno reso calorosa la serata. Sr. Marietta ha rivolto il suo commosso saluto a tutti, ringraziando del bel giorno vissuto; in particolare la sua Comunità: la direttrice sr. Teresa, sr. Caterina e sr. Marianna, che tanto hanno collaborato per rendere piacevole e bella la festa.

Enzo Repaci (Il quotidiano della Calabria)

 

Copyright © 2018. All Rights Reserved.