ROCCAFORTEDELGRECO.NET

Storia e cultura

LA FIUMARA AMENDOLEA                   

La fiumara Amendolea nasce nel cuore del Parco Nazionale dell'Aspromonte e  precisamente nella zona denominata Materazzelli ( m. 1720 s.l.m.) . 

Leggi tutto...

L'EMIGRAZIONE                                                            

Il fenomeno emigratorio rappresentò anche per Roccaforte  uno dei processi sociali più rilevanti che si verificarono all’inizio del XX° secolo.

Leggi tutto...

LA FLORA E LA FAUNA

La notevole diversità di ambienti presenti nel territorio di Roccaforte del Greco assicura una flora assai ricca e varia.

Leggi tutto...

LA DIGA SUL MENTA

Nel 1979 venne approvato il progetto relativo alla costruzione della diga sul Menta  da parte della Casmez e dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Leggi tutto...

LA FESTA DEL SANTO PATRONO

Il 16  Agosto si svolge la festa in onore di San Rocco. Intorno a mezzogiorno, subito dopo la funzione religiosa, la statua del Santo  viene trasferita dalla Chiesa di San Rocco, dove abitualmente è custodita, alla Chiesa dello Spirito Santo.

Leggi tutto...

 

ANTICHE MIGRAZIONI

Le origini di Roccaforte e degli altri paesi della Calabria greca sono molto controverse. Esistono molte tesi  contrapposte che fanno risalire la radice ellenica a momenti storici differenti. Le principali tesi collocherebbero le origini nel periodo della Magna Grecia o nel periodo bizantino. Molti sono stati gli studiosi che si sono interessati alle origini e alla questione linguistica dei greci di Calabria.

Leggi tutto...

2 giugno 2013 Si è tenuta stamani presso la Sala Conferenze della Provincia di Reggio Calabria la cerimonia di consegna delle Medaglie d’Onore agli italiani deportati/internati dei lager nazisti. Tra i premiati il cittadino roccafortese Guido Sergi deportato dalle F.F.A.A. tedesche nel campo di concentramento di Meppen. Alla presenza delle autorità civili e militari, associazioni combattentistiche e cittadini, ha ritirato la medaglia il figlio Antonino. Assenti  i rappresentanti del Comune di Roccaforte del Greco pur essendo stati invitati ufficialmente dal figlio a partecipare.             Francesco Palamara

 

RICONOSCIMENTO ALLA FAMIGLIA SERGI

E AL PAESE DI ROCCAFORTE DEL GRECO

Ringrazio le Istituzioni per il riconoscimento di alto valore morale conferito a mio padre;

Ringrazio l’ANPI per l’assistenza nell’iter procedurale;

Come figlio orgoglioso del padre avuto, ritengo doveroso e dovuto sottolineare che il conferimento della Medaglia d’Onore a mio padre è da condividere come riconoscimento dato a tutta la famiglia Sergi che ha contribuito oltre che con Guido anche con i fratelli:

Alberto Andrea: che ha partecipato col Primo Reggimento Bersaglieri alle operazioni di guerra alla frontiera greco-albanese dall’11/11/1940 al 29/05/1941;

Silvio: che assegnato alla 65^ Squadra panettieri Div. Torino, non ha fatto più ritorno a casa: “In combattimento scomparve”, come riportato nel verbale d’irreperibilità del 20/02/1948.

Senza dimenticare il contributo dato dalla famiglia Sergi anche all’Unità d’Italia, con il mio bisnonno Marco Sergi, nato a Roccaforte del Greco nel 1845, morto nel 1938, che a 17 anni indossò la camicia rossa e fu incorporato nel reparto speciale “I Cacciatori dell’Aspromonte”, combatté in Aspromonte al seguito del Generale Garibaldi e fu presente al suo ferimento.

Sono, altresì, sicuro che mio padre avrebbe condiviso questo riconoscimento, oltre che con i propri cari, con l’intero paese nel ricordo di quello che un tempo era Roccaforte del Greco: una famiglia allargata insieme si piangeva, insieme si gioiva.

Con commozione ringrazio tutti gli intervenuti, un particolare ringraziamento agli amici di Roccaforte del Greco che hanno presenziato alla cerimonia.

Antonino Sergi

 


 

 

 

Copyright © 2018. All Rights Reserved.